Premio allo staff, team building ma non solo: la casa editrice pugliese Ad Maiora ha regalato al suo staff una vacanza gratis (o quasi) offrendo ombrelloni, sdraio e consumazioni in un rinomato stabilimento balneare di Barletta.

A dar vita all’iniziativa è stato l’amministratore unico della società, Giuseppe Pierro, che da  manager ha una visione globale dell’azienda e mette al primo posto il lavoratore: « Il lavoratore che vive una situazione armoniosa in azienda, che di tanto in tanto vede premi in busta paga e che va al mare, è senz’altro un lavoratore più felice, che produce di più, vuole fare di più e rende anche meglio. […] Il benessere sotto il profilo umano si ripercuote inevitabilmente su quello professionale e tutti possono trarre benefici da questa situazione, anche la mia creatura AdMaiora ».

Il “lavoro felice” è un obiettivo di molte aziende e passa sia per iniziative come quella di Ad Maiora che per il creare le condizioni, all’interno dell’ambiente di lavoro, perché ogni lavoratore possa esprimersi al meglio dei propri talenti e delle proprie capacità.

Srikumar S. Rao, laureato in Marketing presso la Graduate School of Business della Columbia University ed MBA presso l’Indian Institute of Management, ha scritto il libro Felicità al lavoro, un testo nel quale si prova a tracciare una linea guida verso il raggiungimento di quanto detto finora.

Uno spunto interessante portato da Rao è che la felicità è questione di allenamento…e l’accettazione è la strada per arrivarci.
Allenarsi alla felicità significa sviluppare la resilienza, ossia quella capacità “fronteggiare le avversità” che le persone hanno, simile a quella del materiale resiliente, che ritorna alla forma e alla posizione originaria dopo essere stato compresso o curvato.

Quando si sviluppa un ottimo grado di resilienza, ogni volta che ci si trova di fronte a delle avversità si riprende “la marcia” così velocemente che a nessuno sembrerà che siamo mai stati “atterrati” o “colpiti”. 

Un binomio perfetto per raggiungere la felicità al lavoro e nella vita è unire la resilienza con la capacità di lasciar andare le cose che ci appesantiscono, ci tolgono energie, e non ci permettono di arrivare alla meta con la leggerezza e l’elasticità tipiche dei bambini.


Se il tema della felicità al lavoro, della resilienza e del lasciar andare stuzzicando la tua curiosità, aggiungi alle tue letture estive il libro Felicità a lavoro.