Smart&Start Italia, 90 milioni da MiSE e Invitalia per le startup innovative | OneMinuteClub

La tua startup innovativa è già partita o è pronta per farlo? 

La nuova iniziativa Smart&Start Italia del Ministero dello Sviluppo Economico e Invitalia potrebbe dare un contributo importante alla tua impresa.

Come riportato dal sito del Ministero, questa iniziativa prevede un incentivo che sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative e finanzia progetti compresi tra 100.000 euro e 1.5 milioni di euro, con la copertura delle spese d’investimento e dei costi di gestione. 

Ad oggi, Smart & Start Italia ha ottenuto risultati e numeri di tutto rispetto con oltre 356 milioni di euro di investimenti attivati e più di 5.000 nuovi lavoratori occupati, su un totale che supera le 1.000 startup innovative finanziate a fronte di circa 3.400 business plan presentati.

L’iniziativa è rivolta a startup innovative come da art. 25 del D.L. 179/2012, in particolare a: 

  • startup innovative di piccola dimensione, costituite da non più di 60 mesi;
  • team di persone fisiche che vogliono costituire una startup innovativa in Italia, anche se residenti all’estero, o cittadini stranieri in possesso dello “startup Visa”;
  • imprese straniere che si impegnano a istituire almeno una sede sul territorio italiano.


Questi soggetti possono fare domanda di agevolazione con Smart&Start, se i loro piani di impresa di beni e servizi presentano almeno una di queste caratteristiche:

  • significativo contenuto tecnologico e innovativo;
  • sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet of things;
  • valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata (spin off da ricerca).

Soddisfatti questi requisiti, Smart&Start può mettere a loro disposizione finanziamenti per acquistare beni di investimento o servizi, per far fronte a spese del personale e costi di funzionamento aziendale. Ecco un esempio delle diverse possibilità di applicazione dei finanziamenti:

  • Impianti, macchinari e attrezzature nuove di fabbrica;
  • Consulenze specialistiche tecnologiche;
  • Investimenti in marketing e web marketing;
  • Materie prime;
  • Servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa;
  • Costi salariali relativi al personale dipendente, nonché costi relativi a collaboratori;
  • Progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito invitalia.it, dal quale è possibile inviare le domande di agevolazione a partire da Lunedì 20 Gennaio 2020