La casa di videogiochi Riot Games è finita sotto inchiesta dello Stato della California. I creatori di League of Legends sono indagati per un caso di discriminazione di genere. Lo Stato della California ha deciso di chiedere all’azienda di fornire maggiori dettagli sui dati salariali, dopo che alcune informazioni sembra siano state apparentemente nascoste dallo studio. L’indagine è scattata nel momento in cui sono arrivate delle accuse di discriminazione sul posto di lavoro. 

Si dice che Riot abbia rifiutato di fornire al dipartimento informazioni ottimali per permettere a DFEH (l’organo di vigilanza americano) di verificare se le donne abbiano percepito un salario inferiore rispetto agli uomini. Le informazioni sono considerate fondamentali per l’indagine, per via di disparità salariali, molestie sessuali, violenza sessuale.

La Riot Games ha replicato, dicendo di aver collaborato con il DFEH, fornendo una documentazione dettagliata con ben 2500 pagine. È evidente che questa situazione ha messo in cattiva luce l’azienda, per la presenza di alcuni manager che hanno probabilmente utilizzato una politica discriminatoria.

Probabilmente il caso giudiziario non si risolverà in brevissimo tempo, ma se dovesse emergere che alcuni manager hanno messo in atto una politica discriminatoria senza il consenso ed a danno dell’azienda, si verificherebbe un tipo di situazione molto simile a quelle descritte ne ‘Il metodo antistronzi’ di Robert Sutton, autore che si occupa di innovazione, di connessioni e lacune tra la conoscenza e le azioni organizzative e recentemente di “stronzi nei posti di lavoro’.

I danni creati dagli stronzi, in virtù delle dinamiche di gruppo, non danneggiano solo il soggetto preso di mira, ma anche tutto il gruppo di lavoro che assiste alle umiliazioni e sul lungo periodo porta conseguenze negative anche agli autori del danno: infatti, giorno dopo giorno, gli stronzi danno vita ad un ambiente lavorativo inquinato che alla fine anche loro non riconoscono più e rinnegano.

I risvolti negativi più frequenti causati da questi soggetti che operano all’interno di un gruppo sono: elevati turnover, assenteismo, calo delle performance individuali ed aziendali, rischi di denunce da parte delle vittime le quali comunque faticheranno a dimostrare le molestie subite visto il modo subdolo col quale gli stronzi operano. Se anche il tuo ambiente di lavoro è minacciato dalla presenza di questi soggetti, assicurati subito una copia de ‘Il metodo antistronzi’ che trovi anche come abstract gratuito sul nostro sito.