Ricerca Talenti: Faber Game Challenge 2019 in onda a Fabriano! | OneMinuteClub

Ricerca talenti e sviluppo delle risorse umane in azienda? Faber, la famosa multinazionale delle cappe da cucina con sede a Fabriano, ha trovato a questo proposito una soluzione innovativa e divertente.

Si chiama Faber Game Challenge 2019 ed è una sfida internazionale per sviluppare le capacità manageriali dei talenti già presenti in azienda con un gioco di simulazione e di azione.

Riproducendo le dinamiche tipiche di uno scenario economico, con tanto di obiettivi e sfide di business, l’iniziativa Faber Game Challenge 2019 punta ad allenare le capacità strategiche e di marketing, la creatività ed il problem solving dei diversi team in gara interni all’azienda.

Iniziato a settembre online con la prima fase di Business Game e le sfide di simulazione, questo mese l’evento vedrà in finale i due migliori team pronti per un testa a testa con un Hackathon nella sede generale di Fabriano.

Una finale dal respiro internazionale per una sfida che ha coinvolto circa 35 dipendenti Faber provenienti da 7 Paesi diversi: Italia, Francia, Svezia, Turchia, Russia, India e Messico. « Crediamo che lo sviluppo dei talenti e delle loro potenzialità abbiano una valenza strategica per supportare la crescita della nostra azienda e proiettare l’organizzazione verso il futuro », ha sottolineato il manager delle Risorse Umane Giovanni Manarini.

Non è la prima volta che l’azienda di Fabriano mette in campo iniziative innovative di formazione: la Faber Game Challenge 2019 è stata infatti preceduta da Hackathon 2018 e Bootcamp 2019, due eventi dedicati alle risorse italiane under 35 e sempre ispirati dal paradigma del learning by doing and thinking, dell’imparare attraverso il fare ed il pensare.

Un esempio virtuoso di ricerca talenti e sviluppo delle risorse umane sicuramente da prendere a modello: il consiglio di lettura, per chi è interessato ad idee innovative, è il libro del fondatore dell’azienda leader del Tè in Germania Günter Faltin dal titolo L’ingegno batte il capitale.