Dopo l’annuncio dell’autunno scorso sembrava non esserci più nulla da fare per evitare la chiusura di Pernigotti a Novi Ligure, ma proprio di recente è arrivata una soluzione tutta italiana per risollevare le sorti dell’azienda, attualmente di proprietà della famiglia turca Toksöz.

Una gran bella notizia per l’azienda fondata da Stefano Pernigotti nel 1860 e per i 92 dipendenti dello stabilimento di Novi Ligure: grazie all’accordo tra Toksöz, due realtà imprenditoriali italiane – Spes e Giordano Emendatori – ed il ministero per lo Sviluppo Economico, dal 1 ottobre 2019 lo stabilimento inizierà un nuovo capitolo della sua storia, scongiurando ufficialmente il rischio di delocalizzazione.

L’accordo raggiunto prevede infatti, un’esclusiva di 10 anni per la produzione di cioccolato e torrone – affidata a Spes, che produrrà quindi anche i celebri “Pernigotti” – e di preparati per gelati – di cui si occuperà Giordano Emendatori con “Mastri gelatieri”. Spes è una cooperativa sociale torinese specializzata nella produzione di cioccolato, mentre 

Emendatori è noto come “il re dei gelati” con un fatturato da centinaia di milioni di euro.

La sinergia tra Spes e Giordano Emendatori è elevata, tant’è che le due realtà hanno già intenzione di avviare un piano unitario di valorizzazione dell’azienda, come dichiarato dall’attuale Presidente di Spes Antonio Di Donna, che ha rassicurato che già dal prossimo Natale potremo ritrovare i cioccolatini Pernigotti.

 « Grazie all’impegno dei lavoratori la produzione è ricominciata. Rientreremo in fabbrica entro il primo di ottobre. Ci aspettiamo da parte della proprietà e di tutti, investitori e istituzioni, concretezza e rispetto del contratto entro settembre. Non pensiamo a un progetto con il fiato corto, ma che guardi con coraggio al futuro. Vogliamo garantire lo stesso stipendio e far rientrare chi è in cassa integrazione immaginando assunzioni ».

Un esito finale positivo per una trattativa molto delicata che ha coinvolto più soggetti: se ti interessa il tema, la lettura consigliata della nostra libreria è senz’altro il libro La scienza della negoziazione di George Kohlrieser.