Sta facendo molto rumore la storia di Morgan – divenuto popolare come frontman dei Bluvertigo, come solista e come giudice nei talent show musicali – il musicista il 25 giugno è stato sfrattato dalla sua casa di via Adamello, a Monza, dove viveva da 18 anni. Gli appelli e le richieste del cantante non hanno avuto seguito e così è arrivata la resa definitiva. 

Spesso e volentieri in TV nell’ultimo anno, l’artista non è riuscito ad estinguere il debito che aveva contratto anni fa – i primi problemi economici risalgono al 2015.

Tutto ciò è da ricollegare al genio ed alla sregolatezza dell’artista, che non ha saputo gestire le proprie risorse economiche, anzi, ha avuto comportamenti poco proficui. Per usare un termine in voga, Morgan non ha saputo essere ‘coach di se stesso’, né è stato capace di tutelare economicamente la sua celebrità. Chissà se avesse  seguito i consigli di Romolo Tansini del suo libro ‘Coach di te stesso’: se l’avesse fatto, magari oggi troverebbe in una situazione molto differente.

L’artista – come consiglia Tansini-  avrebbe potuto imparare dai propri errori, gestendo meglio l’ ‘impatto emozionale’ delle sue azioni e dei risultati delle stesse.. Un altro consiglio utile sarebbe stato saper creare il proprio futuro, adottando gli strumenti della Timeline o dell’Imagineering e sapendo trovare la sintesi più funzionale degli stili di pensiero che albergano in noi, ovvero quello immaginativo, critico e realista.

Forse Morgan rappresenta un caso molto particolare di genio e sregolatezza, ma i consigli di Tansini nel suo libro Coach di te stesso sono sicuramente utili sia per personaggi del suo calibro che per le persone che hanno semplicemente voglia di migliorarsi e di prendere il controllo di se stessi, iniziando quel viaggio speciale chiamato Self-Coaching che porterà ad indagare nel profondo di sé e ad agire con uno slancio più performante in ogni area della propria vita.