Vivi all’estero e non torni a casa a Natale? Ci pensa Mammapack! | OneMinuteClub

Tornare a casa a Natale non è solo un’occasione speciale per rivedere la propria famiglia, ma è soprattutto una “tradizione” per tutti gli italiani del Sud, del Nord e di ogni punto dello stivale. 

Consacrata qualche anno fa dal video virale di Casa Surace con lo scherzo “Mamma quest’anno non scendo”, la tradizione di tornare a casa a Natale è ormai consacrata come un momento di fondamentale importanza per le famiglie italiane.

Ma se vivi all’estero e non torni a casa questo Natale, c’è una soluzione per non sentire – almeno a tavola – la nostalgia: Mammapack!

Per rispondere all’esigenza di un’altra “tradizione” – quella del cibo italiano – per gli italiani all’estero, dall’idea di Flavio Nappi e Romolo Ganzerli è nata una startup che consente finalmente di ricevere il famoso “pacco da giù” di Casa Surace… o, meglio, “pacco di mamma” a domicilio, ordinando online a prezzi accessibili.

I due fondatori, di origini napoletane e residenti all’estero da anni per lavoro, hanno vissuto in prima persona la difficoltà di poter godere della bontà dei cibi italiani a prezzi “italiani” ed hanno così creato l’e-commerce Mammapack, che ad oggi offre più di 10mila prodotti in tutta Europa e conta già cinquemila clienti.

La convenienza di Mammapack sta nella possibilità di ricevere prodotti italiani senza costi aggiuntivi, con una tariffa fissa per la consegna a domicilio già in 20 Paesi. E con un mercato in crescita, considerando che il numero degli italiani residenti in Europa è cresciuto del 36% negli ultimi 5 anni.

È chiaro che non sarà la stessa cosa che stare a tavola con la propria famiglia in Italia, ma almeno a Natale e nelle feste un Mammapack può addolcire la nostalgia di casa: il consiglio di lettura, il cui titolo dice tutto, è il libro Non mangiare mai da solo di Keith Ferrazzi e Tahl Raz.