Se Leonardo Da Vinci fosse stato vivo oggi, molto probabilmente si sarebbe già cimentato con la forma artistica del cartoon, ma in assenza del suo genio ci ha pensato il Gruppo Alcuni di Treviso a regalare la sua storia al mondo in formato cartone animato.

Dal 2 agosto scorso, infatti, il film tutto italiano Leo da Vinci – Missione Monna Lisa è volato in USA ed è stato presentato in 9 stati americani e 18 città, tra cui spiccano Denver in Colorado e Houston in Texas.

Il film narra la vita del poliedrico genio toscano prima di diventare famoso nel mondo e nella storia: il regista e coautore Sergio Manfio offre lo spaccato di un adolescente dalle idee geniali ed un po’ strambe, aiutato dall’amico fedele Lorenzo ed osservato in maniera un po’ esitante dalla giovane (Monna) Lisa.

La narrazione ruota proprio intorno a questi tre personaggi e ad un misterioso incendio alla casa di Lisa, per riparare il quale i tre si metteranno alla ricerca di un tesoro nascosto. 

Un film ed una storia che è già un successo planetario, poiché l’uscita in dvd, TV via cavo e pay TV coinvolgerà ben 60 Paesi, con la collaborazione anche di Rai ragazzi nella produzione della serie televisiva.

Super entusiasta il regista Manfio, che dichiarato: « nell’ideare e produrre Leonardo da Vinci eravamo consapevoli che il genio toscano godeva di una grande fama ma non pensavamo che fosse così vasta e capillare in tutto il mondo. Soprattutto siamo colpiti dal successo che sta ottenendo il nostro giovane Leo, che è stato apprezzato proprio perché non abbiamo proposto un “piccolo genio” bensì un ragazzino a tutto tondo con i suoi dubbi, i suoi limiti e le sue difficoltà. Siamo felici anche per i giudizi positivi che abbiamo ricevuto per il personaggio di Lisa che, pur in un’avventura ambientata nel 1466, si è rivelata una ragazza moderna e reale ».

Un successo ed una riproposizione del genio italiano che ci porta dritto alla parola chiave talento, alla quale non possiamo non abbinare la lettura consigliata del libro La trappola del talento di Geoff Colvin che reca in copertina proprio la famosa Monna Lisa.