Joao Felix è stato ceduto dal Benfica all’Atletico Madrid per la cifra record 126 milioni di euro. Manca solo la firma, ma pare che sia fatta per il trasferimento di questo giovane talento calcistico di soli 19 anni, che la scorsa stagione ha disputato un’ottima Champions League finendo anche nel mirino di club italiani come la Juventus. 

L’acquisto di Joao Felix entra nel novero dei grandi giovani acquistati a suon di milioni: Mbappé, Neymar e Coutinho. Ora il giovane dovrà dimostrare di valere la cifra, come i dirigenti madrileni si augurano.

Davanti a cifre così importanti per calciatori così giovani e talentuosi, una delle domande che spesso ci si fa è: che cos’è il talento e come si può allenare?

A dare una spiegazione di che cos’è il talento e come gestirlo è Geoff Colvin, senior editori della rivista “Fortune Magazine” e moderatore del Fortune Global Forum. Nel giornalismo americano, Colvin è una delle firme maggiormente conosciute ed apprezzate ed è stato ospite di molte trasmissioni televisive. Nel suo libro ‘La trappola del talento’ l’autore spiega da che cosa nasca il talento e come si arrivi ad essere talentuosi.

Per alcuni, come magari accaduto a Joao Felix, può essere un dono innato. Il talento può essere considerato come “dono divino”, requisito innato conferito solo ai pochi eletti che hanno avuto la fortuna di nascere con un simile privilegio. Questa concezione, tuttavia, deresponsabilizza molti individui portandoli a credere che, non avendo elementi talentuosi dalla nascita, non avranno mai la necessità ed il bisogno di cimentarsi in opere di grande rilievo, accontentandosi di viaggiare nell’ombra, laddove il sole del successo e della ribalta non batte per scelta condizionata e forzata.

Colvin afferma anche che i doni posseduti dai grandi talenti non sono sufficienti a spiegare i loro successi, quel quid in più che contraddistingue personaggi noti da altri non è rintracciabile in capacità sovrumane e questa è una trappola di cui liberarsi: secondo Colvin, infatti, nessuno scienziato è finora riuscito a dimostrare l’esistenza di caratteristiche genetiche collegate a una predisposizione innata al talento, mentre è stato possibile verificare come un metodo ed il lavoro duro portano risultati di valore.


Se hai del talento e vuoi eccellere nel tuo campo con metodo e lavoro duro, il libro ‘La trappola del talento’ ti mostrerà come fare.