« Quando pensiamo alle grandi opere dell’immaginazione umana, spesso ci riferiamo all’arte, alla musica e alla letteratura, ma alcune delle creazioni più profonde e belle sono quelle della scienza. La supergravità ha ispirato i fisici per decenni e potrebbe contenere profonde verità sulla natura della realtà ».

Con queste parole il miliardario Yuri Milner, l’investitore tecnologico più influente in Russia, ha assegnato il premio Breakthrough da 3 milioni di euro al fisico italiano del Cern Sergio Ferrara ed ai suoi colleghi Peter van Nieuwenhuizen della Stony Brook University e Daniel Freedman della Stanford University.

I tre sono stati premiati con quello che viene considerato “il premio Oscar della Scienza” per la teoria della Supergravità, una teoria che realizza il “sogno” di Albert Einstein di integrare la descrizione della forza di gravità e quella delle particelle fondamentali.

Una ricerca di frontiera che punta a conciliare la meccanica quantistica e la teoria della relatività generale, trattando in modo unificato « le forze dell’elettromagnetismo, la forza nucleare debole, quella nucleare forte e la forza di gravità » come fatto notare dal fisico Antonio Masiero dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Decisamente entusiasta Ferrara per il prestigioso riconoscimento, giunto ad oltre 40 anni dalla prima formulazione della teoria e nel 74° anno di età del fisico: « Mi sento molto onorato perché non avrei mai pensato di ricevere questo premio. Vista la giovane età del riconoscimento non ci aspettavamo di essere scelti così presto per riceverlo. Nella comunità degli scienziati ci sono lavori importantissimi. Sicuramente quello che ci è stato riconosciuto è che il nostro lavoro ha avuto un impatto sulle teorie successive della fisica ».

Ad attendere Ferrara il 3 novembre ci sarà la cerimonia di consegna del premio negli Stati Uniti, nello storico Hangar 1 della Nasa. Un riconoscimento davvero importante per un premio voluto dal miliardario Yuri Milner insieme a grandi big di colossi mondiali quali Sergey Brin di Google, Jack Ma di Alibaba e Mark Zuckerberg di Facebook.

Dopo le recenti notizie di Luca Parmitano, un’altra buona notizia per un talento italiano nel campo scientifico. Se sei un appassionato di scienza e ti affascina l’idea di applicarla al mondo umano per risolvere problemi, la lettura consigliata dalla nostra libreria è il libro Nexus di Mark Buchanan.