Il suo nome è Hida-Wagyu e pesa 1.000€ al Kg. No, non è una famosa lottatrice di sumo, ma è la carne più costosa al mondo di origine giapponese ed ora disponibile anche in Italia.

Come mai questo particolare tipo di carne ha un prezzo simile? Una delle risposte – ed un segreto – sta nello stile di vita dei bovini da cui Hida-Wagyu proviene.

I geni dei bovini da cui proviene sono selezionati da circa un secolo e questi bovini, sin dalla nascita, vivono allo stato brado e mangiano progressivamente erba, fieno di risi e mangimi vegetali: questo tipo di alimentazione fa sì che la carne abbia delle qualità uniche, con una distribuzione di grasso che non si trova in nessun altro animale. 

È un tipo di grasso “a ragnatela” – invece che in venature come negli altri animali – ed è proprio questa differente quantità e qualità di grasso a darle il suo sapore indescrivibile che, a quanto si dice, fa sì che questa carne riduca anche i livelli di colesterolo.

Hida-Wagyu è attualmente disponibile in Italia a Roma presso il ristorante giapponese Taki nella zona Prati e la Taki Japan International è pronta a portare questa prestigiosa carne da 1.000€ al Kg in tutta Italia e nei migliori alberghi a 5 stelle della penisola.

Per garantire la qualità, i controlli e certificazioni della Hida-Wagyu sono di altissimo livello : sarà venduta solo con un certificato di autenticità del Ministero dell’Agricoltura ed un attestato di conferma del DNA con tanto di impronta in 3D dell’animale certificato.

Hida Wagyu è un tipo di carne molto interessante da assaggiare e anche da studiare dal punto di vista del marketing, soprattutto ha un prodotto o servizio di fascia elevata: le unicità del tipo di carne, di grasso e le certificazioni di altissimo livello sono infatti elementi decisivi da analizzare dal punto di vista del libro Le 22 immutabili leggi del marketing scritto da Al Ries e Jack Trout.