Sembra una barzelletta, ma non lo è. È accaduto per davvero in Spagna, là dove un bar alla ricerca di una dipendente ha pubblicizzato un annuncio di lavoro nel quale non ricercava una barista esperta, bensì una barista dal grande seno

La notizia ha fatto il giro del mondo in breve tempo e i gestori hanno sottolineato che anche bariste con pluriennale esperienza ma con un seno piccolo non erano gradite. Molte le donne che hanno attaccato duramente l’annuncio definendolo sessista, discriminante secondo la visione di molte.

I gestori del bar devono chiedere scusa a tutte le donne, la pensano così in tanti. Gli imprenditori si sono tuttavia difesi affermando che il loro intento non è soltanto trovare una barista gradita alla loro clientela, ma soprattutto una con una scollatura prosperosa, in quanto il loro ruolo oltre a servire è di attirare i clienti.

Non è la prima volta che nel mondo del lavoro si verificano casi simili ed il libro di Robert Sutton, ‘Il metodo Antistronzi’ sembra essere una lettura particolarmente indicata in tal senso.

Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, può aver assunto comportamenti poco edificanti, ma ciò che importa secondo l’autore è riconoscere gli stronzi DOC, quelli il cui comportamento è perseverante, quasi innato. A scanso di equivoci, Sutton precisa che il suo metodo non ha lo scopo di eliminare gli stronzi per favorire il reclutamento delle persone senza spina dorsale, in quanto egli stesso è un accanito sostenitore del conflitto costruttivo.

Dalle ricerche fatte studiando le dinamiche di gruppo, è stato infatti dimostrato che gli scontri di idee portano valore aggiunto al gruppo stesso, mentre gli attacchi personali sono distruttivi per il gruppo.

Il caso dell’annuncio del bar spagnolo, purtroppo, sembra essere davvero poco costruttivo: nell’attesa di scoprire come si concluderà la vicenda, meglio cominciare a proteggersi con i consigli di Sutton.