Entro il 2020 la domanda per i cosiddetti digital jobs subirà un notevole incremento di oltre 71 mila unità. Oggi, però, le professioni in questo settore restano sotto la media.

L’indagine è stata svolta dalla Digital Job salary guide e realizzata da Spring Professional in collaborazione con Job Pricing ed ha prodotto un’analisi relativa solo ed esclusivamente al mercato italiano.

Secondo Francesco Manzini, direttore di Spring Professional “i Digital Jobs sono ancora poco valorizzati in termini retributivi – riconosce Manzini – Non si tratta, certamente, di un mercato con dinamiche uniformi nelle sue componenti principali ed esso è influenzato dal grado di digitalizzazione dell’economia e della società, in Italia ancora troppo bassa. Il Paese risulta al 25° posto nella zona UE per digital transformation, circa il 40% delle imprese non ha ancora un programma per la trasformazione digitale e secondo Eurostat l’86,1% delle imprese ha un livello di Digitalizzazione “basso” o “molto basso.“.

In ogni caso la tendenza nel settore IT è in crescita e sarà interessante vedere come l’Italia ridurrà il gap europeo. Nel frattempo, il digital job più retribuito è quello del Solution Manager, mentre il meno pagato resta il Content Editor.

Sviluppare le competenze tecniche per diventare Solution Manager può essere una buona mossa, così come lo è apprendere come creare una forte relazione tra i diversi livelli gerarchici aziendali, soprattutto in quelli maggiormente coinvolti quando si tratta di gestire nuove soluzioni azienda.

In linea con questo trend, Gian Maria Zapelli, partner di Galgano & Associati, Senior Consultant in ISMO e fondatore di HC srl, ha descritto nel suo libro Il Colloquio Trasformativo i rapporti di lavoro, le relazioni aziendali ed il mercato del lavoro stesso.

Nel libro viene spiegato con cura proprio come far sì che il fattore umano venga messo al centro delle soluzioni aziendali, facendo sì che “capi” e “collaboratori” possano lavorare insieme aumentando la produzione aziendale ed il benessere generale dell’impresa.

Chiunque si trovi a dover gestire persone, soci, collaboratori e risorse umane in generale sa quanto sia importante partire dalle persone per trovare soluzioni efficaci e nell’ambito delle competenze di un Solution Manager di certo non possono mancare le capacità che Zapelli descrive all’interno del suo libro.