Chi non ha mai sognato, almeno una volta nella vita, di ricevere a sorpresa una bella somma di denaro? Forse l’ha fatto anche la protagonista della storia che stai per leggere, che ha visto il suo “sogno” realizzato e che, a quanto pare, non ha proprio voglia di “svegliarsi”.

A giugno 2018, una giovane colf 27enne ha ricevuto per errore uno stipendio dall’ammontare alquanto diverso dal solito: 225.285 euro, rispetto al 340 euro dell’attuale compenso.

Una cifra probabilmente incredibile per gli standard della giovane donna che, una volta ricevuta la richiesta del datore di lavoro di restituire il denaro, non ha risposto, ha temporeggiato ed è finita anche per ricattarlo. 

Il datore di lavoro, dal canto suo, ha deciso di rivolgersi alle autorità ed è infatti da circa un anno che sta cercando di tornare indietro della somma erroneamente elargita alla sua dipendente, non senza difficoltà.

La donna, nel frattempo, è scappata in Bulgaria e di recente non si è presentata nell’aula di tribunale in Germania, per la precisione a Osnabrueck, dove era attesa per un’udienza: secondo i portavoce del tribunale, «sembra che non abbia ricevuto la citazione in tempo».

In più, a parte far scattare una sanzione di 1.200 euro, pare non sia stato possibile procedere con altre misure, mentre dal conto corrente della colf ad oggi mancano 100.000 euro e sarà molto difficile rintracciare dove siano finiti.

Un caso davvero paradossale, che ci auguriamo possa risolversi per il meglio e che ci ricorda quanto sia importante gestire il proprio denaro in maniera attenta senza commettere errori: certo, il caso di questa notizia rappresenta un evento raro, ma per chi invece riconosce che sarebbe bene migliorare il proprio rapporto col denaro, la lettura consigliata è di Robert Kiyosaki, uno degli autori più famosi sul tema, con il libro I quadranti del cashflow.