Si sa: l’estate ed il caldo possono giocare brutti scherzi. Le alte temperature, la forte umidità ed un clima pesante rischiano di arrecare danni alla salute delle persone.

Per prevenire o curare i danni derivanti dal caldo, in questo periodo vengono suggeriti svariati consigli come bere molti liquidi, non alzarsi in maniera brusca dal letto, evitare abusi di caffè e bevande zuccherate, uscire solo in certe ore del giorno e vestirsi in maniera adeguata.

Quest’ultimo consiglio, in particolare, è stato protagonista di un episodio molto particolare, le cui cause (forse) hanno poco a che fare con il caldo. 

Secondo quanto riportato dall’agenzia Ansa, circa una settimana è accaduto qualcosa di molto curioso al Tribunale di Trieste.

Durante un’udienza della Sezione civile, dove si incontravano due coniugi coi rispettivi avvocati per un divorzio, il presidente della Sezione Arturo Picciotto ha visto presentarsi il marito della coppia con degli abiti davvero particolari: nella fattispecie, un bermuda come “pantalone” ed un infradito come calzatura. 

Un outfit sicuramente poco adeguato al contesto, tant’è che il giudice ha prontamente fatto notare la cosa all’uomo, dandogli anche un “suggerimento” da attuare nell’immediato.

« L’ho quindi invitato a tornare vestito in modo adeguato », ha raccontato il presidente Picciotto, sicuramente poco contento della visione. « L’apparenza è sostanza. È un modo per riconoscere il valore dell’istituzione e l’importanza della funzione che stiamo svolgendo nel nome del popolo italiano ».

La buona notizia è che l’uomo ha subito accolto il suggerimento e, un’ora dopo, è tornato in aula vestito in modo adeguato consentendo il regolare svolgimento dell’udienza.

Non sappiamo che cosa l’abbia spinto a comportarsi in quel modo, ma in ogni caso ci sentiamo di suggerire all’uomo  – ed a chi si è trovato o rischia di comportarsi in “modi poco adeguati al contesto” – una lettura attenta del libro Sun Tzu Strategie per la vendita perché si tratta di un lavoro pieno di spunti per sviluppare flessibilità e predisposizione a cambiare i propri comportamenti e le proprie tattiche in base alle circostanze.