Come vincere la pigrizia: ti piacerebbe smettere di procrastinare e combattere la pigrizia senza sforzo e con successo?

In questo articolo troverai osservazioni e strategie molto utili per combattere pigrizia, svogliatezza, mancanza di energia fisica e mentale. Scoprirai come smettere di essere pigri e superare le “trappole da pigro” che ti saranno capitate almeno una volta.

In più, alla fine dell’articolo potrai scoprire il libro selezionato per te per vincere la pigrizia senza sforzo.

Pronti? Cominciamo!

Pigrizia? No, grazie: fai il pieno di energia!

Una delle prime considerazioni da fare è che la pigrizia è qualcosa di diverso da una “caratteristica personale”, come dice chi trova la scusa di “essere fatto/a così” per evitare di cambiare e restare, a volte, nella “pigrizia cronica”. Senza contare che c’è chi confonde la pigrizia con la stanchezza fisica e mentale o anche con la noia, un primo punto da fissare è che la pigrizia è il risultato di qualcosa di più complesso di una cosiddetta “caratteristica personale”.

Partendo dal detto “mens sana in corpore sano”, una prima azione che si può fare consiste proprio nell’esaminare in che modo stiamo nutrendo il nostro corpo e la nostra mente: se lo stiamo facendo in modo sano e regolato, oppure no. Spesso, uno stato di pigrizia è dovuto ad uno squilibrio in una o entrambe di queste aree.

Per intervenire su questo primo aspetto, gli autori del libro che abbiamo selezionato consigliano alcune pratiche fondamentali e molto utili, nella maggior parte dei casi, per fare il pieno di energia:

  • Eliminare le tossine del corpo: bere tanta acqua, mangiare cibi sani e fare sport sono ottime azioni in tal senso
  • Essere in armonia con il proprio corpo ed in pace con se stessi
  • Dormire e riposare bene: sia rispettando le giuste pause nelle nostre attività, che dormendo la notte isolati da rumori, possibilmente evitando cibi, bevande e sostanze eccitanti prima di avvicinarci al sonno

Queste pratiche consentono, ancor prima di intervenire sulla propria pigrizia, di creare delle abitudini positive che prevengono la pigrizia e, in alcuni casi, la vincono già facendo “soltanto” il pieno di energia.

Come vincere la pigrizia: che cosa significa davvero “essere pigri”?

Fatta questa prima distinzione, si può fare un passato avanti e domandarsi che cosa significa davvero “essere pigri“.

Stando al vocabolario, ci sono 3 aspetti da considerare: uno che ha a che fare con il “fuggire dallo sforzo fisico o mentale“, il secondo riguarda l'”agire lentamente” ed il terzo si riferisce ad “agire senza entusiasmo“.

Questi 3 aspetti aprono altrettante direzioni, poiché vanno a toccare elementi anzitutto di motivazione, di autostima e di autoefficacia che spesso le persone non distinguono (e… figuriamoci se lo fanno le persone pigre!).

È qui che, in assenza di chiarezza, entrano in gioco le “trappole da pigro” come la svogliatezza, la procrastinazione, quando non la stanchezza (anche se non c’è stato precedentemente uno sforzo fisico o mentale) o anche la noia.

Pertanto, una cosa molto importante da fare per superare la propria pigrizia è domandarsi se ci sia una qualche carenza in quello che si pensa di valere (autostima), in quello che si pensa di saper fare (autoefficacia), o se ciò che rimandando di fare ci fa sentire utili o meno (motivazione).

Dalla risposta a questa domanda dipende la scelta della strategia più utile per superare la pigrizia.

Come vincere la pigrizia: un’azione fondamentale

Come abbiamo visto finora, la pigrizia è qualcosa di più complesso di una “caratteristica personale” e pensare a come vincere la pigrizia richiede un lavoro che non può essere generico e valido per tutti, rispetto alle azioni da fare per superarla.

Ma un’azione fondamentale – segnalata anche dagli autori del libro e di cui confermiamo l’importanza – c’è ed è, in un certo senso, valida per tutti, a prescindere dalle carenze che determinano la pigrizia: l’azione di fissare degli obiettivi.

Senza obiettivi si è molto più esposti alla pigrizia ed allo stress ed accade lo stesso se si fissano degli obiettivi in modo errato o irrealistico: in entrambi i casi, si impiegano le proprie risorse in maniera non soddisfacente, con la conseguenza di abbassare il nostro livello di energie.

Quando invece, si fissano obiettivi realistici e motivanti, è molto più immediato passare all’azione e vincere la pigrizia prima ancora che si presenti.

Come vincere la pigrizia: il libro per smettere di procrastinare

Bene! Siamo quasi alla fine dell’articolo e stai per scoprire il libro abbinato che abbiamo selezionato per te!

Abbiamo trattato alcuni punti essenziali su come combattere la pigrizia e soprattutto su come vincerla, abbiamo distinto in un certo senso tra “pigrizia fisica” e “pigrizia mentale” e visto alcune pratiche ed azioni utili per creare abitudini che evitino la pigrizia in partenza, così come azioni utili a vincere la pigrizia e come avere più energia.

Se il tema ti interessa e vuoi saperne di più, il libro selezionato per te è Energy! di Roy Martina – medico olistico ed esperto in gestione dello stress – e Roberto Re – esperto di formazione e crescita personale. In questo libro non solo troverai diversi esercizi pratici, ma potrai applicare tanti concetti utili per aumentare il tuo livello di energia e, così, vincere la pigrizia e tante altre “trappole”!

Clicca qui per scaricare l’abstract e buona vittoria sulla pigrizia!