L’Italia pazza per il calcio…..in rosa. Le ragazze di Milena Bertolini attraverso delle grandi prestazioni e la vittoria contro l’Australia all’ultimo minuto con il goal della Bonansea hanno conquistato le prime pagine di giornali e tv.

Le donne del calcio si stanno facendo conoscere e l’opinione pubblica parla di loro. Bravissima la mister, Milena Bertolini per l’appunto, che non ha soltanto dovuto gestire la pressione di un gruppo poco avvezzo a disputare partite davanti a stadi stracolmi, ma ha saputo anche costruire un gruppo solido.

Il team building, ovvero la costruzione di un gruppo, è uno dei principali compiti di un allenatore, specialmente durante competizioni così ristrette rispetto al fattore “tempo” come i Mondiali di calcio.

Proprio nel calcio, infatti, si determina un legame fortissimo tra un leader ed il team che lo segue, che è importante saper gestire per ottenere grandi risultati. Seth Godin – scrittore, imprenditore statunitense ed uno dei marketer più famosi al mondo – nel suo libro Tribù spiega proprio l’importanza del coraggio del leader di prendere in mano la situazione e creare qualcosa che sia fuori dagli schemi, ossia un fenomeno destinato a far parlare la gente, a dare vita ad una tribù.

Proprio come ha fatto la Bertolini che dopo aver invitato le ragazze a restare concentrate, ha poi dichiarato anche alla stampa: « Avversari impossibili non ce ne sono in un mondiale ».

 

Cerchiamo di comprendere, a questo punto, quali sono le funzioni del leader e come attraverso il team building si può arrivare alla conquista del risultato finale che sono: successo e profitto.

Da una parte c’è chi guida il gruppo, che avrà il compito di saper comunicare in modo carismatico e costruendo la propria leadership nel corso del tempo. Il concetto fondamentale è che all’interno del team il gruppo viene prima di tutto, creare spaccature al proprio interno non è produttivo. Tra i compiti fondamentali dell’allenatore o del leader, come dicevamo inizialmente, c’è la costruzione del gruppo.

Ecco che ritorna il concetto di ‘Team Building’: avere una squadra di lavoro affiatata agevolerà il compito, perché ci consentirà di avere un gruppo capace di conquistare performance produttive da parte dei dipendenti della propria azienda.

 

Team Building, cos’è ed a cosa serve ?

 

Il Team Building non è altro che l’insieme dei processi e delle attività utili a far interagire un gruppo di persone per migliorare le capacità di lavoro in team. Esso crea sinergia ed affiatamento tra individui di uno stesso gruppo  che vogliono raggiungere un traguardo con successo.

Il Team building è inoltre molto utile per:

  • Socializzare
  • Creare collaborazioni
  • Creare affiatamento sul posto di lavoro
  • Consolidare i rapporti

 

e quando viene applicato a tutti i livelli in un’azienda, aiuta senza dubbio a creare dinamiche positive e migliorare i risultati, come evidenziato da Seth Godin.