Lavorare da casa non è Smart Working: la sottile differenza che cambia tutto | OneMinuteClub

Nelle ultime settimane lavorare da casa è diventata una realtà ed una necessità per la maggior parte delle aziende e dei professionisti. Oltre ad essere un modo per evitare di interrompere le attività, a causa delle restrizioni previste dai vari decreti del Governo, è stata anche un’occasione per confrontarsi con la possibilità di digitalizzare il proprio business.

Se è vero che le circostanze appena descritte possono rendere lavorare da casa un’occasione positiva per trasformare il proprio business mentre lo si porta avanti, esiste anche un errore di prospettiva da evitare: quello di confondere il semplice lavorare da casa con lo smart working.

Lo smart working infatti non è soltanto un’espressione anglosassone che fa una buona impressione su chi ci ascolta, ma è una modalità di lavorointelligente” (come suggerisce la parola smart) ed molto più complesso del semplice lavorare da casa.

Se infatti lo smart working ed il lavorare da casa hanno in comune una certa flessibilità vincoli di orario e di luogo di lavoro, dal nostro punto di vista la sottile differenza con lo smart working coinvolge diverse variabili quali:

  • Le persone, specialmente rispetto alle capacità di un team aziendale di ottenere risultati in autonomia, lavorando per obiettivi e mantenendo la fiducia, senza “approfittare” dell’assenza di orari di lavoro e di luogo “fissi”;
  • I processi, che vanno ottimizzati sia sul piano organizzativo (proprio perché non tutti i membri del team sono presenti fisicamente ogni giorno) che sul piano tecnologico, attraverso diversi strumenti digitali e non;
  • I numeri, ovvero la misurazione dei risultati che, a fronte di una certa liberazione di tempo e di spazio, nello smart working puntano a migliorare costantemente, attraverso il potenziamento delle persone e dei processi.


Se viene fatto un lavoro efficace su queste variabili, allora si può davvero applicare lo smart working al proprio business. Altrimenti, quello che sarà svolto sarà un semplice lavorare da casa con uno stress ed un dispendio maggiore di tempo e di energie, con l’unico “vantaggio” di non doversi spostare fisicamente da un luogo ad un altro.

Ma con le informazioni corrette, è possibile applicare lo smart working al proprio business in tempi molto più brevi di quanto si pensi: se il tema ti interessa, clicca qui per partecipare al prossimo webinar GRATUITO del Dr Roberto Castaldo.