200.000 assunzioni nei prossimi tre anni, i dati Confindustria | OneMinuteClub

200mila assunzioni in Italia nei prossimi tre anni: queste le stime emerse dalla 26esima giornata di Orientagiovani, organizzata da Confindustria e dall’università Luiss in partecipazione con Unindustria ed Umana.

Da questa giornata, che ha visto la presenza di oltre 20mila studenti e 90 associazioni industriali, le previsioni per il triennio 2020-2022 vedono una crescita della domanda di figure professionali in diversi settori.

Ecco di seguito una tabella con i settori specifici e le previsioni secondo Confindustria:

SettorePosti previsti
Meccanica67mila
Alimentare45mila
ICT40mila
Tessile25mila
Chimica e farmaceutica16mila
Legno-arredo12mila

Un dato sicuramente incoraggiante, anche se va tenuto conto della difficoltà da parte delle aziende di trovare le figure professionali ricercate. Orientagiovani ha infatti rilevato che soltanto il 30% dei ruoli richiesti vengono reperiti, anche a causa della carenza dell’offerta formativa e delle problematiche di collaborazione tra il mondo accademico ed il mercato delle imprese. 

Proprio questa nota dolente rende ancora più basso il rapporto tra domanda ed offerta di lavoro per i giovani inferiori ai 29 anni di età: se la media nazionale stenta a trovare 1 figura su 3, nel caso degli under 29 si fatica a trovarne in media 1 su 2.

Ecco le parole di Angelo Guarini di Confindustria Brindisi, che ha così commentato il fenomeno: « Le difficoltà nel reperire professionalità riguarda anche le nostre imprese, dalle specializzazioni di ingegneria fino alle figure di saldatori altamente qualificati. Certo, non parliamo di un’incidenza come quella segnalata a livello nazionale. Tuttavia, andrebbe sicuramente fatta una revisione della spesa sulla formazione affinché venga impiegata meglio. A Brindisi, comunque, con l’associazione Foris che promuove la cultura della formazione come strumento essenziale per l’innovazione stiamo già ottenendo buoni risultati ».

L’ennesima conferma dell’importanza della formazione che anche noi, con One Minute Club, ci impegniamo a diffondere ed a rendere accessibile come strumento di cultura ed innovazione.