Come riportato da ‘Il Sole 24 Ore’ a gennaio 2020 LVMH, brand leader nel settore del lusso, esporrà i suoi prodotti a Dubai per il primo Lvmh Swiss Watch Manufacturers Exhibition, un evento in cui verranno presentati i primi prodotti orologieri dell’anno dei brand del gruppo: Bulgari, Hublot, Tag Heuer e Zenith. L’azienda, multinazionale e conglomerata con sede a Parigi, gestisce alcuni dei brand più riconosciuti per l’orologeria a livello mondiale.

Questa notizia ci consente di fare alcune osservazioni sulla brand identity e sul successo aziendale.
Un’azienda è di successo quando riesce a creare un prodotto unico ed un rapporto di fiducia con l’acquirente e soprattutto quando costruisce una forte brand identity, che comincia con l’avere un nome o un simbolo riconoscibile, un passo fondamentale per raggiungere il successo.

Prendiamo ad esempio Bulgari: un marchio che ha un’identità forte associata al lusso ed una elevata reputazione: il nome dell’azienda si associa infatti non soltanto al luxury, ma anche al benessere, al successo ed alla grande affidabilità.

Chi compra un prodotto Bulgari lo fa perché l’azienda è riuscita a creare un valore intangibile nei propri clienti e sono disposti a spendere cifre elevate per i suoi prodotti. Creare questo valore è una delle mosse più utili per un brand di cui parla ampiamente anche Jeffrey Gitomer, imprenditore americano ed autorevole scrittore sui temi di vendita e marketing, nel suo libro ‘Le 21.5 leggi della vendita’.

Ma come si fa ad avere un impatto col proprio brand simile a quello dei grandi come Bulgari?
Gitomer suggerisce, prima di tutto, di lavorare su una mission ed una vision che siano condivise da tutte le risorse aziendali.

Un secondo passo consiste nel trovare la risposta a queste domande:

  • Quale valore posso creare ai miei clienti?
  • Che vantaggio competitivo produco?
  • Perché devono scegliere me e non gli altri?

Queste domande aprono la strada a creare quel prodotto unico e quel rapporto di fiducia che concorrono ad una forte brand identity. Nel caso di Bulgari, case history da prendere in considerazione, è indubbio il lavoro di unione della bellezza esteriore alla qualità del prodotto e agli altri fattori che rendono il brand unico ed eccellente sotto diversi punti di vista.

Last but not least come direbbero gli americani, bisogna curare con attenzione il logo, la propria immagine ed il pay-off da utilizzare, elementi visivi e testuali fanno il successo del brand.