24 giovani assunti, la scommessa di un’azienda italiana contro la “fuga dei cervelli” | OneMinuteClub

24 giovani assunti per la riapertura di un locale storico, all’interno di un progetto food al gusto siciliano con collaborazioni importanti come lo chef stellato Filippo La Mantia ed il designer Lissoni: questa la ricetta della famiglia Urbano per lanciare un ambizioso progetto imprenditoriale e per contenere la “fuga dei cervelli” siculi.

Proprietari da tre generazioni di Miscela d’Oro S.p.A., la famiglia Urbano ha fatto ripartire proprio da Piazza Cairoli, nel cuore della città Messina, la prima tappa di un progetto che già si preannuncia in espansione. Il format, fatto di cucina a vista e prodotti a chilometro zero, ha già trovato il gradimento dei clienti grazie ad «un posto che sia una casa accogliente, silenziosa ma anche frequentata, che dà al cliente la scelta di viversi il luogo come vuole», come dichiarato dallo chef La Mantia ai microfoni del quotidiano online messinese Tempostretto.

I 24 giovani assunti aggiungono al progetto un motivo di orgoglio ed un segnale positivo: «la nostra priorità è usare tutto del territorio, tutto siciliano e di tradizione. […] Da messinesi, poter lavorare nella nostra città è molto gratificante». A guidarli e supportarli c’è sempre lo chef La Mantia: «Insieme col nuovo team ho riesplorato la mia cucina, dandole una chiave di lettura dove l’innovazione incontra la tradizione in uno spazio legato all’arte del caffè, ispirato alla storia dell’accoglienza siciliana, con un percorso che va dalla pasticceria alla cucina. Un’idea progettuale che mi ha subito affascinato e spinto ad approfondire la straordinaria storia del cibo della provincia di Messina, tradizioni variegate che ci consentiranno un’accurata selezione di piatti autoctoni».

Anche se l’evento inaugurale è stato ridimensionato per via delle misure di sicurezza post Covid, l’idea imprenditoriale di Miscela d’Oro presenta sicuramente aspetti interessanti da analizzare come l’uso di un format come possibilità di rendere un business scalabile, oltre alla scelta di puntare sui giovani che, venendo formati e guidati da un manager con elevate competenze verticali e trasversali, rappresenta sia una scelta strategica in ambito aziendale e territoriale, che un elemento di interesse anche in ottica di pubbliche relazioni.

Se anche tu hai un progetto imprenditoriale e ti interessa comprenderne meglio le dinamiche e migliorare i risultati, clicca qui per scoprire il primo evento online italiano dedicato al Performance Management.